Lunetta ad affresco di Masolino - Empoli

La Lunetta affrescata da Masolino da Panicale (1383-1440), si trova nel transetto della chiesa conventuale di Santo Stefano degli Agostiniani a Empoli, sopra la porta della sacrestia.

Si tratta di un affresco staccato a massello e reinserito nella sua posizione originale durante gli interventi promossi da Ugo Procacci nel 1943.

Il soggetto è una Madonna con il Bambino fra due Angeli adoranti. E’ una delle primissime opere certe di Masolino.

Fu attribuito a Masolino dal Berenson nel 1902, solo in base a riferimenti stilistici.

Nel 1905 Giovanni Poggi trovò i documenti relativi alla presenza di Masolino nella chiesa, datati 1424.

La critica propende a mantenere quella data anche per la Lunetta.

Durante l’ultima Guerra l’Affresco fu trasportato a Firenze per proteggerlo dai rischi bellici, ed esposto alla Mostra di opere d’arte restaurate : Firenze, ottobre-novembre 1946 : catalogo / a cura di Ugo Procacci.

Fu quindi ricollocato nella sua posizione originale durante i lavori di ricostruzione del transetto.

Il restauro della Lunetta è stato eseguito da Lidia Cinelli sotto la direzione della dott.ssa Maria Pia Zaccheddu, funzionaria della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato.

L’intervento ha compreso la pulitura, il consolidamento e la stuccatura delle lacune dovute al distacco di piccole parti della superficie, in particolare nella parte inferiore del dipinto. Quindi sono state eseguite le integrazioni pittoriche delle zone recuperate.

E’ stata restaurata anche la decorazione architettonica che circonda la Lunetta, in modo da restituire all’opera, per quanto possibile, la sua piena fruibilità.

Restauro della Lunetta di Masolino da Panicale. Affresco. Chiesa di Santo Stefano degli Agostiniani, Empoli

Parrocchia Di S. Andrea A Empoli

Cerofolini srl

DETTAGLI DEL PROGETTO
adminLunetta ad affresco di Masolino – Empoli