Restauro mosaico pavimentale delle Terme di Caracalla, Roma

Le Terme di Caracalla sono l’esempio meglio conservato delle grandi Terme imperiali romane, complessi monumentali dalla caratteristica pianta assiale, e dalle dimensioni eccezionali, per poter contenere migliaia di persone contemporaneamente.
I pavimenti a mosaico delle Terme di Caracalla costituiscono un unicum per motivi decorativi e varietà di marmi utilizzati. I pavimenti del piano inferiore delle due palestre, scoperti nel 1824-1825, presentano motivi policromi a pelte e a girali; simili a questi sono quelli in bianco e nero degli apodyteria. Tra i mosaici delle palestre magnifico è il tappeto perimetrale con motivo a squame bipartite e cornice esterna policroma su cui è stato condotto il restauro.

Il restauro del primo settore del mosaico della Palestra occidentale si è rivelato complesso; la pavimentazione era stata danneggiata dal crollo del piano superiore e da precedenti interventi di restauro. Sono state necessarie opere di consolidamento e di reintegrazione, realizzate utilizzando pezzi originali, precedute dalla definitiva rimozione della terra e dei precedenti interventi. I marmi, differentemente deteriorati, hanno richiesto diversi metodi di intervento. Il lavoro è stato completato con la stesura di un protettivo e di un trattamento biocida finale.
Il secondo lotto di lavori permetterà di completare il restauro della parte di mosaico adiacente a quella appena restaurata. Questa parte del mosaico a squame si trova in posizione piana, ma l’allettamento di malta delle tessere musive è stato completamente corroso dall’azione del tempo.

Il secondo lotto di lavori riguarda il completamento del restauro della parte di mosaico adiacente a squame in posizione piana il cui allettamento di malta delle tessere musive è stato completamente corroso dall’azione del tempo.

I pavimenti a mosaico delle Terme di Caracalla sono un unicum per  motivi decorativi e varietà di marmi utilizzati. I mosaici del piano terra delle palestre hanno motivi decorativi a pelte e a girali, e l’utilizzo di un vero e proprio catalogo dei marmi orientali disponibili nell’Impero. I marmi vanno dal giallo antico al porfido, al lunense, al serpentino, il marmo verde tanto amato da Alessandro Severo. I pavimenti musivi delle Terme costituiscono una rivoluzione  nel gusto e nella decorazione. La natura  del nuovo stile che si contrappone così vigorosamente a quello adrianeo  è rivelata in pieno dai pavimenti identici dei due peristili (o palestre) delle ali sudorientale e nordoccidentale delle Terme di Caracalla. In questi mosaici è ricchissima la policromia. I bellissimi tralci di acanto della cornice, in tessere di serpentino su fondo bianco, hanno  un naturalismo ben lontano dagli arabeschi adrianei. Le squame bipartite  dei porticati delle palestre sono riprese dal repertorio ellenistico, con una nuova e ricca alternanza di colori nelle tessere di serpentino, porfido, marmo bianco e giallo rosato e con una progressione da squame semicircolari a squame lanceolate; gli ovali dei campi paiono traduzioni in tessellato di pavimenti in opus sectile fatti degli stessi materiali. In bianco e nero e  preminenti sono anche le distese di squame bipartite di elegante forma lanceolata che pavimentano gli apodyteria delle due ali. Il motivo è ripreso dall’arte ellenistica, ma qui le file di squame sono disposte obliquamente e alternativamente nei due sensi da cui un aspetto singolarmente inquieto di tutta la superficie: anche questo effetto di movimento significa un ritorno a certi aspetti dell’arte del I sec. a. C.  Il progetto sarebbe riscoprire e restaurare tutti i mosaici ancora coperti del complesso monumentale, iniziando dai più belli e celebri, proprio quelli delle due palestre. Si potrebbe restituire così alla visita uno degli elementi più pregiati delle Terme.

Terme di Caracalla – Restauro del mosaico pavimentale della palestra

Terme di Caracalla – Mosaico pavimentale della palestra occidentale

Soprintendenza speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area archeologica di Roma (MiBACT)

DETTAGLI DEL PROGETTO

I mecenati

I MECENATI CHE HANNO SOSTENUTO IL PROGETTO E DATO IL CONSENSO ALLA PUBBLICAZIONE DEL NOME:

BULGARI SPA

adminTerme di Caracalla, Roma