Impianto illuminotecnico "Sala Ritratti" Galleria Estense di Modena

Il progetto prevede la fornitura e installazione di impianto illuminotecnico nella sala n. 16 della Galleria Estense di Modena, denominata “Sala Ritratti”, che contiene importanti esempi dell’eccezionale galleria di ritratti di famiglia che gli Este accumularono nel tempo, e che era ricca di autografi di Pisanello, Tiziano, Guercino, oggi perduti o conservati altrove.
Si può ammirare infatti il ritratto del duca Francesco I d’Este (1610-1658), capolavoro dipinto a Madrid da Velázquez. Sono poi presenti due importanti ritratti di uomini di stato e letterati della corte estense nel pieno Seicento: il conte Fulvio Testi e il segretario Girolamo Graziani.
Accanto al Velázquez sono invece esposti tre ritratti di personaggi ignoti, qui selezionati per la loro altissima qualità pittorica: il Vecchio con libro del Guercino, in particolare, è una prova tanto splendida quanto rara delle capacità ritrattistiche del maestro di Cento. Alla scuola del Guercino appartengono i ritratti dei conti Gonzaga di Novellara, cui si affiancano due dei dipinti più antichi della sala, eseguiti nel tardo Cinquecento da Lorenzo Sabatini e da un artista di alto livello identificabile con il cremonese Giulio Campi.

Impianto illuminotecnico della “Sala Ritratti” della Galleria Estense di Modena.

Sala Ritratti della Galleria Estense di Modena

Gallerie Estensi

DETTAGLI DEL PROGETTO

I mecenati

I MECENATI CHE HANNO SOSTENUTO IL PROGETTO E DATO IL CONSENSO ALLA PUBBLICAZIONE DEL NOME:

FRANCO COSIMO PANINI EDITORE SPA

adminGalleria Estense di Modena