Restauro affreschi ‘strappati’ di Valerio Castello – Genova

Valerio Castello (Genova 1624 – 1659) è stato uno dei massimi esponenti della pittura barocca genovese. La sua vasta cultura pittorica e il suo enorme talento influenzarono con forza – pur nella breve vita – tutto l’ambiente cittadino e contribuirono alla formazione di pittori poi fondamentali nella seconda metà del sec. XVII, quali Domenico Piola e Stefano Magnasco.

Gli affreschi oggetto del progetto di restauro, strappati dal palazzo Doria-Neymours in piazza San Matteo, dopo le distruzioni della seconda guerra mondiale, e databili all’incirca al 1650, costituiscono un unicum in quanto esposti in un museo, il che consente al visitatore di apprezzare da vicino l’enorme maestrìa dell’artista, la fluidità della pennellata, l’equilibrio di forme e colori, il movimento, tipico delle sue composizioni, organizzato spesso per sinuose linee oblique.

NOME DEL PROGETTO:
Restauro Degli Affreschi ‘Strappati’ Di Valerio Castello

DESCRIZIONE:
Restauro della scena centrale del voltino con l’Assunzione della Vergine, e delle scene con la Decollazione di San Giovanni Battista e il Martirio di San Lorenzo; ridipintura con tono appropriato di tutto il fondo della cappella.

OGGETTO DELL’EROGAZIONE LIBERALE:
Restauro affreschi ‘strappati’ di Valerio Castello. Museo di Sant’Agostino.

Ente beneficiario/Gestore:
Comune di Genova
Scopri di più sul sito di Art Bonus